IL BUONO 2016 - VII edizione

Il nome stesso assunto dalla manifestazione, il buono, evoca tale naturale e diretta bontà, non costruita sulla plastica del giorno d'oggi ma sulla terra e sugli animali che fino alla seconda metà del secolo scorso davano da vivere ad una larga fetta della popolazione nazionale e locale. La Provincia di Lodi, infatti, insieme al vicino territorio cremasco rappresenta il fulcro della Pianura Padana, luogo per eccellenza di tali forme di lavoro legate alla ruralità, carattere che dà il tono all'evento.

Il principio di fondo della fiera, inequivocabilmente descritto dall'esaltazione dei sapori di un tempo, consiste non in una passiva ripresa dei valori del passato, ma in una loro concreta esperienza tramite la possibilità, per i visitatori, di toccare con mano, vedere e gustare tali valori, in modalità altamente educativa: con la presenza di antichi macchinari e mestieri, animali da corte, espositori enogastronomici, antiche ricette proposte dalle locande del posto. Insomma, un'operazione a trecentosessanta gradi: culturale, artistica, storica, alimentare.

Il 2009, anno di nascita dell'evento, ha dimostrato come tale attenzione al mondo "di una volta" esista e necessiti di essere valorizzata e accresciuta.